La consulenza SEO sull’efficienza dei link interni.

Una buona attività di consulenza seo prevede la condivisione di link interni al sito. Infatti, l’attività di condivisione dei link non è soltanto quelle offsite. Anche l’internal link, cioè la condivisione di link interni al sito, è un’ottima tecnica di posizionamento. 

Nella guida alla link building sicura ho già descritto alcune delle tecniche utili ad ottenere buoni risultati di posizionamento seo, senza incorrere nelle penalizzazioni previste da Google quando si esagera con lo spam. In sintesi, la link building è efficace quando è il risultato di un’attività spontanea, cioè quando il link del sito A è condiviso dal sito B perché quest’ultimo trova utile il contenuto pubblicato dal primo. Chiaramente non è una situazione che si verifica frequentemente. L’abilità di una bravo seo è quella di fare in modo che un link condiviso si avvicini il più possibile a questa condizione ottimale.

Ma ai fini del posizionamento seo non è affatto trascurabile una tecnica altrettanto efficace e più facilmente realizzabile. Si tratta della condivisione interna dei link del sito web, sul quale si svolge la consulenza seo. L’esempio più evidente è Wikipedia. Studiando con attenzione Wikipedia si capisce l’importanza della struttura dei link interni. Inoltre, ora che il World Wide Web compie 30 anni è facile capirne anche la genesi. Dai un’occhiata alla prima pagina pubblicata sul web nel 1989, la trovi a questo indirizzo QUI

Un caso studio da manuale per un’efficace consulenza SEO sui link interni 

Wikipedia è la più grande enciclopedia online del web che, tra l’altro, offre anche una esempio concreto di come si gestiscono i siti multilingue con questo metodo che ti ho descritto QUI.

Ma Wikipedia è anche l’esempio più pertinente per studiare come si sviluppa l’internal link che serve per:

  • Navigare bene il sito web;
  • Definire l’architettura e la gerarchia del sito web;
  • Classificare le pagine del sito web;
  • Spingere l’utente a trascorrere più tempo sulle pagine del sito trasferendo valore aggiunto alla sua navigazione.

Naturalmente, sarà più facile costruire un’efficace struttura dei link interni solo quando il sito web ha sviluppato molti contenuti guidati da un appropriato calendario editoriale e da una solida struttura tassonomica di categorie e tag.

Alcuni SEO sostengono che non sia importante una strategia di collegamento e che basta solo condividere i link interni alle pagine ritenute più utili per l’utente. Ma questo è vero solo in parte. Se Wikipedia non ha questo problema, perché essendo un’enciclopedia i suoi contenuti sono sviluppati per tutti i Topic, tu potresti averlo.

Il posizionamento seo di un sito web è tanto più efficace, quanto più la produzione dei contenuti sarà coerente e utile per la ricerca dell’utente. Significa che se pubblichi link interni a casaccio, l’internal link non avrà alcun effetto sul posizionamento del sito.

L’importanza dell’Anchor text

Proprio a partire dalle considerazioni fatte fin qui, la parola o il testo da utilizzare per ancorare il link della pagina interna assume importanza. Usa il testo che hai utilizzato per l’URL della pagina che vuoi ancorare. Non usare quasi mai la Home nei link interni. Non c’è bisogno perché gli utenti sanno già dove sono e il motore di ricerca sa già cosa sta analizzando.

Nell’usare il link interno devi trasferire valore aggiunto e aiutare la navigazione. Proprio a questo fine può essere rilevante utilizzare il testo di ancoraggio al link, pensando anche all’utente e non solo al motore di ricerca. Per cui frasi come, continua a leggere QUI (testo di ancoraggio) se vuoi approfondire l’argomento esempio, oppure leggi QUI la guida per ecc ecc, sono gradite dall’utente e rilevate dal motore di ricerca che ne registra il clic.

Un metodo infallibile per capire quali sono le pagine migliori da usare nell’internal link

Nessuno tocchi WordPress fino a quando non ci sarà un CMS migliore. Infatti, WP ti offre uno strumento infallibile per capire quale link ancorare al testo. Basta selezionare l’ancora che ritieni più pertinente per ospitare il tuo link interno, andare sulla Tab degli strumenti in alto, cliccare sul simbolo della “catena”, digitare sulla barra che si apre l’anchor text che hai scelto. A questo punto, WP seleziona automaticamente i link più pertinenti per l’anchor che hai scelto e a te basta selezionarlo. 

Un metodo infallibile per capire quali sono i migliori link interni del tuo sito web

Quelli scelti da WordPress con il metodo che ti ho descritto sopra sono i link pertinenti per il testo di ancoraggio che hai scelto. Ma come si fa per sapere quali sono i link con più valore da trasferire, cioè quelli meglio posizionati? Ci sono diversi Tool che ti aiutano a capire quali sono le pagine del tuo sito che hanno più visite, a partire dalla Search Console di Goolge e da Analytics. Ma ci sono anche Tool più completi come Semrush, Majestic, Seozoom, tutti strumenti che offrono servizi gratis sia pure minimi. Ma prima ancora ci sono gli operatori di ricerca che ti aiutano a individuare le pagine meglio posizionate del tuo sito. Per cui, con un’operazione semplicissima, in pochi secondi puoi individuare la pagina dalla quale trasferire valore al tuo nuovo contenuto. Come fare? Semplice, basta digitare sulla barra di ricerca di Google “site:sitoesempio.it testo di ancoraggio”. Dopo l’invio l’operatore site restituisce in Serp le pagine migliori del tuo sito per anchor text scelto.

Quanti link interni inserire in una pagina?

Dopo aver preso la buona abitudine di condividere link interni, può darsi che tutte le parole che hai scritto sul nuovo contenuto le trovi buone per ospitare un link. Ma non è così. Non c’è un numero fisso oltre il quale evitare di spingersi nel condividere link interni. Però posso darti alcune indicazioni per aiutarti ad usare al meglio il tuo buon senso.

Per prima cosa, i link devono essere pertinenti al Topic che stai trattando ma non devono essere generali. Le pagine da condividere devono essere di nicchia, co-occorrenti, verticali al Topic. In secondo luogo, sai già che lo sviluppo dei contenuti deve seguire la regola della piramide rovesciata. Se non la conosci ti regalo il link esterno di uno dei più bravi SEO copywriting italiani che puoi leggere QUI. Fatta salva la piramide rovesciata, più vicino alla sua base inserisci il link interno, meglio avrai trasferito il valore della pagina che hai scelto.

Ma è solo un consiglio di ordine generale. 

Se usi il form o mi scrivi per email o nei commenti possiamo discutere in modo più approfondito dell’Internal Link del tuo sito web. 

Lascia la tua email per l'Audit SEO del tuo sito web