La madre di tutta la Seo è la ricerca delle frasi chiave, o l’analisi delle frasi chiave. Cosa sono le frasi chiave?

Ricerca frasi chiave

Le keyphrase sono le parole, ovvero le frasi, che l’utente digita sulla barra del motore di ricerca. Sono le sue intenzioni di ricerca tradotte in linguaggio. Lo strumento cognitivo attraverso il quale tenta di trovare le informazioni per quello che cerca. Una parte molto rilevante del lavoro del Seo è quello di individuare le frasi di ricerca più consone al sito web che vuole posizionare, proprio per rispondere con le pagine del sito, all’esigenza dell’utente espressa con la sua ricerca attraverso le frasi chiave.

Per avere successo un SEO deve trovare e posizionare il sito per frasi di ricerca in Topic con il sito web, che hanno maggior volume di ricerca, che siano correlate al topic tra le quali anche quelle non principali ma rilevanti ad alto volume di ricerca.

Come si fa a fare ricerca delle frasi chiave?

Ogni Seo ha il suo metodo e siccome da qualche parte bisogna pur partire ti insegno il mio.

La Keyword experience

Io parto da un metodo di analisi uguale per tutti. Intervisto il cliente per ottenere informazioni su:

Com’è composto il pubblico di riferimento

Quali sono i concorrenti percepiti

Qual è l’ambito per il quale vuoi essere visibile

Individuata la chiave “pizza”, per esempio, non c’è dubbio che il modello ideale della Seo sarebbe quello di riuscire a posizionare il sito web della nostra pizzeria, per questa parola chiave, PIZZA. Con il Tool, anche questo gratuito, Keywords Everywhere da installare su Chrome, i risultati per questa key sono i seguenti, Volume: 6.120.000/mo | CPC: €2.51 | Competition: 0.16. Nonostante volumi di ricerca così elevati, se anche si potesse (e si può), quale può essere l’interesse di far spuntare il sito www.miapizza.it sulla serp per key secca “pizza”? A questa domanda può rispondere soltanto il tool gratuito cervello, sulla base delle tue valutazioni e di quello che vuoi ottenere. In sostanza, ti devi chiedere se il tuo modello di business è locale oppure globale. Se è locale è più utile posizionarsi per la frase pizza+località+consegna a domicilio, per esempio (local search). Ti potrà essere più utile, invece, posizionare il sito web per la parola PIZZA, se sei titolare di un e.commerce che si occupa di arredamenti per pizzeria, oppure se produci gli imballaggi per la PIZZA a domicilio da spedire in tutta Italia. In questo caso posizionarsi per la parola globale pizza può essere un’opzione da perseguire.

Com’è composto il pubblico di riferimento

Dopo aver individuato il tipo key da ottenere per il posizionamento, locale o globale, procedo con l’analisi del pubblico di riferimento: maschile, femminile, unisex, etero, età anagrafica (può darsi che la mia pizzeria sia frequentata prevalentemente da adulti over 50 oppure da giovani under 30).

Lo scopo della Seo è quello di attrarre traffico al sito e convertirlo in vendite

Quali sono i concorrenti percepiti

Il secondo step riguarda l’individuazione dei concorrenti percepiti. Questo aspetto un’importanza molteplice. Sapere chi sono i concorrenti serve a studiare le serp, individuare le frasi chiave per le quali sono posizionati e con le quali entrano in match con gli altri, capire con quali pagine sono posizionati, sapere quali sono le key che utilizzano per le campagen ADS. Per avere tutti questi dati, però, servono Tool più sofisticati di quelli gratuiti che ti descrivo.  

Qual è l’ambito per il quale vuoi essere visibile

È questa la fase più importante. Per raggiungerla puoi usare il metodo che ti descrivo da qui in poi.

Il tool Coogle

Quindi, ricapitolando, per avere dei buoni dati anche senza tool specialistiti c’è una terra di nessuno che puoi attraversare usando solo l’esperienza e il Tool Coogle (è gratis). Questo tool ti permette di sviluppare la mappa mentale per l’argomento pizza, aggiungere link, fotografie, prendere nota degli argomenti che hai individuato e che vuoi sviluppare per il tuo topic “pizza”, sia globale che locale.

Il mio metodo di ricerca delle parole chiave e keyphrase

A partire dall’individuazione della frase chiave, “pizza”, parto con l’analisi delle ricerche con il tool Keywords Everywhere. Analizzo i volumi di ricerca delle altre frasi che propone il tool Suggest di Google, prendo nota e da li oriento la mia direzione di marcia.

Ubersuggest, answerthepubblic, keywordrevealer e lo strumento delle parole chiave di Google AdW

Dai risultati dei diversi tool estraggo le frasi chiave con più alto volume di ricerca e analizzo i dati che ottengo. Questa ulteriore analisi svolta con Ubersuggest, answerthepubblic, keywordrevealer mi serve per espandere il mio campo di ricerca, per individuare le frasi correlate, non strettamente in Topic ma ad alto volume di ricerca. Insieme al tool strumento delle parole chiave di google, li uso per individuare argomenti correlati sui quali sviluppare i contenuti. Prendo nota di tutte le frasi e long tail che ritengo più utili per sviluppare la mia mappa mentale

Le keyphrase correlate

A questo punto della ricerca seleziono le keyphrase correlate per domanda latente, per l’argomento o topic pizza. Anche qui il tool gratuito che funziona di più è il cervello. Tra le key correlate alla parola pizza ci sono grano, farina, pane, pasta. A questo punto torno ad utilizzare i tool precedenti per segmentare ancora di più l’analisi per sviluppare contenuti. Nel caso delle Pizze potrei, per esempio, individuare Frasi Chiave ad alto Volume di Ricerca che riguardano la digeribilità delle Farine industriali o dei Celiaci. Non si tratta di sviluppare contenuti non in Topic o verticali su questi temi, ma di trattarli nei contenuti in Topic da sviluppare. Quasi tutti i Tool danno l’opportunità di segmentare la ricerca per motore nazionale e per località (ottimo in questo senso è lo strumento ricerca parole chiave di Google). Infine, dò uno sguardo anche alle Serp per frase chiave selezionata. Se sono in lingua straniera utilizzo uno dei Tool per la ricerca delocalizzata

Google Adwords

La ricerca delle keyphrase ha più di uno scopo:

  • Quello di sviluppare contenuti che possano rispondere alle search intent degli utenti (ti ho già fatto vedere il link corrispondente)
  • Quello di impostare una Campagna Adw
  • Quello di avere una cornice comunicativa per il tuo lavoro complessivo (Seo, Smm, Sem).

Quest’ultimo aspetto riveste una certa importanza, a mio avviso. Gli strumenti disponibili sul tool adwords di Google sono diversi. Tra questi c’è quello che seleziona le parole o frasi chiave per le quali gli utenti hanno visualizzato o cliccato il sito grazie alla tua Campagna. Quelle indicazioni sono preziose per rimuovere, aggiungere o inserire tra le parole chiave inverse, quelle che suggerisce e attraverso le quali gli utenti hanno visualizzato o cliccato il tuo sito. Quelle che tu ritieni utili puoi anche usarle per intercettare una nuova direzione di traffico per il tuo sito o sviluppare una nuova analisi. 

Conclusioni:

Non esiste un metodo universale efficace per tutti per fare Keyword Research. In questo post non ti ho, ad esempio, parlato di SemRush, un altro potentissimo Tool di ricerca a pagamento, ma che ha diverse funzioni gratuite. Non esiste un metodo perché la Keyword Research cambia sulla base dell’esperienza di ricerca, sulla base della necessità del momento, sulla base del tempo pubblicazione del sito web e sulla base delle esigenze dell’utente. 

Glossario

Search Intent

Topic

Keyphrase

Long Tail

Tool

Conosci questi Tool? Puoi descrivere nei commenti qual è il tuo metodo

Compila il form e ottieni le tue prime 10 parole chiave gratis

🔥🔥🔥 Lascia la tua email Elaboro l'analisi SEO gratis 🔥🔥🔥