Seo e basta. Il social media marketing è bello ma io sono seo specialist

Ho trascorso l’ultimo anno nell’esplorazione del mondo del Social Media Marketing. Instagram e Facebook sono senz’altro affascinanti e attraenti. Inoltre ho toccato con mano la grande differenza che c’è tra Instagram, Facebook, Whatsapp, LinkedIn, oltre ad avere assistito alla chiusura di GooglePlus. Ma il mio mercato è la SEO

Adesso ritorno alla SEO dura e pura e a dedicarmi esclusivamente a fare il Seo specialist e ottimizzare il sito per i motori di ricerca

Perché? 

La gold key di chiunque si occupi di comunicazione è Target. Se sai a chi comunicare, sai anche come farlo e cosa dire. 

Il Social Media Marketing è un ottimo mezzo per vendere di più online, grazie a tutte le tecniche disponibili di Advertising. Nessuna azienda, impresa, professionista che dir si voglia può trascurare piattaforme dove sono connessi giornalmente 20MLN di utenti/persone. 

Ma in quest’ultimo anno ho avuto l’impressione che la percezione di chi vuole svolgere attività sui Social sia drogata da falsi miti, il numero dei like, quello delle visualizzazioni, i commenti. Anche la SEO, per la verità, è affetta dal mito delle cifre.

Certo è giusto sapere l’ammontare dell’investimento e il ROI, il ritorno su quell’investimento. Ma per avere successo è ottenere utili, l’attività di Social Media Marketing deve essere sostenuta da una strategia comunicativa, da un calendario editoriale cui fa seguito la produzione di contenuti. 

E seppure i contenuti possono essere prodotti dal Social Media Strategy, quelli che hanno più successo sono direttamente prodotti dall’organizzazione interna alla società, impresa, studio professionale. Spesso il social media marketing non è dentro l’impresa, né può avere contezza di tutta la vita dell’impresa. Dal momento che sono anche giornalista, a me pare che il social media marketing sia l’addetto stampa o il portavoce 3.0 di un’organizzazione.   

La stessa cosa accade per uno strumento tanto potente quando trascurato, il chat bot. Ma strutturare un chat bot comporta avere un piano strategico di Advertising, pianificare una o più offerte, strutturare un Funnel di vendita, individuare uno o più obiettivi che non sono soltanto quelli della semplice vendita. Tutte cose troppo spesso sottovalutate da chi si aspetta miracoli possibilissimi, il bello è questo, dal social media marketing.

SEO e basta

Il Social media marketing è un bel mondo e non lo abbandonerò ma il controllo di una buona pianificazione SEO, per il consulente è più a portata di mano. Il valore aggiunto del cliente è sempre un valore, appunto, ma non è imprescindibile per un consulente SEO.

Fare key research, elaborare contenuti, strutturare landing page, costruire un Funnel attraverso una campagna Google ADS è più entusiasmante, almeno per me, che pubblicare post o stories su Facebook o Instagram. 

Vuoi sapere perché fare SEO è interessante? 

L’ammontare della spesa dell’Advertising nel mondo è di 200Miliardi$. Più della metà di questa cifra immensa è gestita da 3 soggetti soltanto:

  • Google; 100 miliardi.
  • Facebook; 50 miliardi.
  • Amazon; 10 miliardi.

Ecco perché mi concentro sulla SEO:

  • perché resta il mercato più grande sul quale pianificare strategie di comunicazione;
  • è quello che meglio si può affrontare;
  • è quello dal quale trarre risultati profittevoli. Tanto profittevoli che nel mezzo della consulenza c’è anche la negative SEO, cioè tecniche in grado di penalizzare un sito web concorrente. 

Concludendo

  • Fare consulenza SEO e posizionare un sito web per frasi chiave per i motori di ricerca è il risultato di tecniche comunicative, che un bravo consulente può adottare senza avere la piena collaborazione del cliente;
  • La SEO è il mercato più grande dell’advertising;
  • La SEO è facilmente misurabile.

Tu sei d’accordo?