Rank Brain, il terzo occhio di Google!

RankBrain per il posizionamento Seo, come dire che per ogni Seo il tempo degli aggiornamenti non finisce mai, come quello delle sperimentazioni. Ci pensa Google a tenere tutti all’erta con le sue novità sulle evoluzioni degli strumenti di analisi delle ricerche degli utenti e dei risultati prodotti. Per stessa ammissione di Google, gli strumenti principali per l’analisi delle ricerche e dei risultati del motore di ricerca più famoso del mondo sono 3. I primi due possiamo solo ipotizzare quali sono. Per quanto riguarda il terzo, Google dice che si tratta di RankBrain.

RankBrain è lo strumento che setaccia le Query degli utenti alla ricerca di quelle ambigue e colloquiali, per cercare di interpretarle sempre meglio e fornire i risultati più corretti e utili a chi le ha digitate. Lo sviluppo di Rank Brain è legato ai cambiamenti delle Query, sopratutto con l’avvento di quelle vocali e l’utilizzo di Siri. La nuova tecnologia RankBrain si fonda sul “machine learning“. Sappiamo come funziona l’algoritmo di Google ma la sua formula è segreta. Sappiamo che l’algoritmo “Hummingbird” si compone di diverse parti che hanno ciascuna un compito diverso, e Rank Brain è la parte più nuova.

Hummingbird utilizza centinaia di diversi “segnali” per determinare come rispondere alle nostre domande di ricerca. Ciascuno di questi segnali è come un indizio, alcuni dei più facili da individuare sono il luogo da dove l’utente digita la sua Query e se il sito è mobile o no. L’insieme dei segnali di un sito che Google esamina per il posizionamento Seo, prima di fornire il relativo link alla Query per la chiave di ricerca, formano una lista di controllo che determina la qualità che il sito in questione è in grado di fornire per la chiave di ricerca dell’utente, ed ciò che determina il posizionamento Seo.

Per trovare questi segnali, gli ingegneri di Google hanno progettato strumenti informatici in grado di individuare i migliori risultati da fornire per ogni query di ricerca. RankBrain è uno di questi strumenti, ma il segnale che individua è un po ‘diverso da quello degli altri. Tutti gli altri strumenti sono stati progettati per individuare uno specifico indizio, per esempio se un sito è responsive oppure no. RankBrain, invece, non cerca un indizio specifico ma è in grado di conoscere e interpretare il linguaggio colloquiale delle nuove Query di ricerca, in modo che possa meglio accedere al significato che sta dietro una frase digitata sulla tastiera dall’utente, ed è l’aspetto “machine learning” della nuova frontiera di RankBrain per il posizionamento seo.

Cos’è la “Machine Learning” esattamente?

Un computer tradizionale non è molto intelligente; tutto quello che fa il computer gli è insegnato da un essere umano. Da parte degli ingegneri però, si cura sempre di più l’aspetto dell’apprendimento della macchina. Ad un computer si può insegnare ad apprendere. Machine learning è essenzialmente un tipo di intelligenza artificiale, anche se non ha ancora il livello di sofisticazione che dovrebbe avere un computer per un classico film di fantascienza, come il mitico Hal del film 2001 Odissea nello spazio. Per fortuna?

Quindi cosa fa RankBrain per il posizionamento Seo?

Prima dell’avvento di RankBrain, se un utente aveva digitato una query di ricerca lunga e complicata, Google avrebbe probabilmente scelto le parole chiave insieme agli altri indizi utili a servire la risposta migliore che poteva. Questo sistema ha funzionato abbastanza bene, ma sono i cambiamenti nel modo in cui si cerca che complicano le cose, ed è questo che spinge all’innovazione. La ricerca si evolve in senso colloquiale, come se gli utenti parlassero con il loro computer, smartphone, tablet, basta pensare alle volte in cui porgiamo una domanda a Siri. Per capire meglio questo tipo di evoluzione consiglio di vedere il film Her, Lei.  In quel film, il nuovo sistema operativo di un computer era in grado di creare una vera e propria relazione con il suo proprietario, con sviluppi che non dico per chi decidesse di vederlo.

Ecco dove entra in gioco RankBrain. Questo strumento è in grado di capire meglio i termini colloquiali e il dialogo di una conversazione di alcune Query di ricerca e lo fa mettendo a confronto e collegando i termini, alle domande più brevi e più comuni già analizzate e affrontate in passato. In altre parole, RankBrain è in grado di fare ipotesi su quello che un utente sta chiedendo, in base a ciò che ha imparato da ricerche precedenti. Il risultato di questa conoscenza è che Google può sfruttare le risposte per la query più comuni, per contribuire a migliorare il suo responso di ricerca. Grazie a questa nuova capacità di comprendere, le buone pratiche di posizionamento SEO saranno più gratificanti che mai, perché Google sarà meglio in grado di connettersi alle domande più dettagliate delle persone e fornire il migliore contenuto informativo.

RankBrain per il posizionamento Seo è una nuova frontiera?

È stato confermato da Google che nel breve tempo dal suo lancio, RankBrain è diventato il terzo più importante segnale di classifica del loro algoritmo (si è rifiutato di elencare i primi due). In breve, esso svolge un ruolo importante nel determinare chi vede il tuo sito, e in che modo il tuo sito è classificato. Non resta che imparare al più presto come funziona RankBrain per il posizionamento Seo. L’ipotesi più probabile e quasi confermata è che per il futuro, l’importanza di concentrarsi solo sulla parola chiave di ricerca sarà notevolmente ridotta dalla nuova tecnologia RankBrain, che è in grado di leggere e comprendere l’intero contenuto della pagina. Sarà sempre più importante non tanto avere molte parole chiave nelle pagine, ma informazioni in grado di rispondere alle sempre più circostanziate domande delle Query di ricerca e strutturare il contenuto delle pagine con i tag di schema, che descrivono a Google il contenuto della pagina. Ciò sarà particolarmente importante perché RankBrain cerca di capire le query più lunghe e più specifiche che potrebbero essere abbinate al contenuto che si sta fornendo sul sito, oltre alla valutazione di altri importanti indizi più tradizionali, codici puliti e download veloci. Come si dice, non si sfugge alla tradizione, abbinata all’innovazione.

Share

Lascia un commento