Cosa sono le query e come si dividono. L’analisi delle search intent

Query analisi search intent

Le query sono le domande che ogni giorno miliardi di utenti digitano sulla barra del motore di ricerca. L’attività di ogni SEO è quella di elaborare strategie, tattiche e contenuti per intercettare le query del cliente target e fornirgli la riposta migliore per soddisfare la sua intenzione di ricerca.

La Seo è l’attività  onsite e offsite per far sapere ai tuoi clienti
chi sei, cosa fai, dove sei e come fai quello che fai!

Sulla base delle analisi del modello di business del sito web, una delle attività strategiche di maggiore importanza è quella di individuare i 3 tipi di domande per le quali gli utenti cercano delle risposte e posizionare il sito web per quelle frasi di ricerca. Le query si dividono in:

  • Query per Informazioni
  • Query per Navigazione
  • Query per Transazione

Saper distinguere e individuare la tipologia di query ed elaborare i contenuti per soddisfare quella domanda, è l’ attività  SEO organica strategica tra le più importanti in questo momento.

Cosa sono le query informazionali

Sono le domande che gli utenti digitano quando vogliono soddisfare una loro curiosità , trovare un dato su un determinato argomento, sapere quando e dove si svolgerà un evento.

Che cos’è un’informazione

Tecnicamente le informazioni sono un insieme di dati correlati ad un fatto o un argomento, grazie ai quali il fatto o l’argomento prendono forma. Da questo punto di vista le informazioni sono notizie o dati relativi ad un fatto o un argomento. La query informazionale ha sempre la natura di una domanda. La search intent dell’utente è quella di chiedere e interrogare Google relativamente ad un’informazione che sta cercando. Esempi di domande informazionali: Quanti anni ha la Ferilli? Oppure, ricetta per la pasta al forno. Oppure, quando parte il treno per Yuma? Oppure, differenza tra windsurf e kitesurf. L’utente digita una frase di ricerca per sapere qualcosa che ancora non conosce. Naturalmente, le query informazionali sono le ricerche più comuni e diffuse che gli utenti digitano per miliardi di frasi di ricerca ogni giorno.

Cosa sono le query navigazionali

Sono le ricerche che gli utenti svolgono quando hanno in mente il modello di business che stanno cercando o addirittura conoscono il sito web che lo tratta. Studio legale internazionale a Roma è una query navigazionale. Se lo si conosce, a questa query si aggiunge il brand o il nome dello studio legale (in questo caso) che si intende trovare.

Cosa sono le query transazionali

Sono le ricerche che mirano ad ottenere qualcosa, un prodotto o un servizio generalmente da acquistare. La capacità  di un sito di intercettare queste ricerche per modello di business, è il suo valore sul web. Esempi di query transazionali sono: acquista windsurf, windsurf in vendita, casa vacanze in affitto in oppure a

Ludwig Wittgenstein sosteneva che il contesto è indispensabile per capire il significato di una parola e che il significato di una parola dipende dal contesto nella quale è pronunciata 

Chi risponde alla query?

Google, a prima vista, i siti web in realtà. Google è un enorme database che ha 2 funzioni principali, quella dell’indice e quella del posizionamento di un sito web. Appena un sito web è online, anche solo con una pagina, basta copiare l’Url e inserirlo su questo link per averlo indicizzato nell’immensa libreria di Google. Ciò significa che potenzialmente quel sito web è pronto per rispondere ad una query navigazionale per modello di business, accompagnata dal nome di brand (un esempio pratico di quei navigazionale: posizionamento siti web roberto conigliaro)

Come si risponde ad una query informazionale o ad una transazionale?

Da quanto detto fin qui, le domande che gli utenti digitano per trarre informazioni utili e quelle dirette alla transazione di beni e servizi sono le più ambite da intercettare con il sito web, per chi vuole potenziare il proprio business online. A questo tipo di domande si risponde con il posizionamento del sito web per intenzioni di ricerca, grazie all’attività SEO. Un sito web ben posizionato per frasi di ricerca e search intent, elabora contenuti in grado di soddisfare le query degli utenti. Google non fa altro (si fa per dire) che selezionare le risposte migliori elaborate dai siti web per frase di ricerca e fornirle agli utenti sotto forma di link in un elenco di 10 risultati per pagina.

Le persone vengono da noi quando hanno un quesito, ma noi non forniamo loro la domanda, solo la risposta. La migliore che esista  (Ben Gomez vicepresidente Google)

Credo che adesso dovrebbe essere chiaro cosa si intende per query, come si dividono e che cos’è l’analisi delle search intent: Si tratta della capacità di individuare, con tutti gli strumenti disponibili a partire dal cervello, quali sono le tendenze di ricerca, le frasi più utilizzate, quali quelle collaterali per modello di business ed elaborare i contenuti pertinenti ed efficaci da sottoporre a Google per la selezione, al fine di soddisfare i bisogni degli utenti manifestati con le loro ricerche.

Come si fanno le analisi delle search intent?

Per soddisfare questa domanda informazionale ci vuole un’intera sezione di un sito e non solo un post. Per fornire una risposta soddisfacente mi preme dire in questa sede che esistono in rete diversi tool anche gratuiti per svolgere analisi delle keyphrase. Lo stesso Google mette a disposizione di chiunque il Tool presente nell’account Google Adwords, per la selezione e l’individuazione delle parole e frasi chiave per modello di business e i relativi volumi di ricerca. Inoltre, appena un utente digita una frase sulla barra di ricerca, l’algoritmo restituisce i suggerimenti (cioè le ricerche) correlati a quella frase più digitate dagli utenti. Adesso si tratta di elaborare un metodo per intercettare al meglio le intenzioni di ricerca degli utenti per il tuo modello di business e posizionare il tuo sito per far si che sia visibile tra i primi 10 risultati della Serp per frase di ricerca. Compila il form e chiedi l’analisi per individuare le tue 10 frasi chiave di ricerca gratis, per il tuo modello di business

Share